Premio - Marina Diana Mercurio - SIBPA

Premio "Marina Diana Mercurio" – SIBPA

E’ istituito il Premio “Marina Diana Mercurio – SIBPA” per contributi scientifici ottenuti seguendo percorsi innovativi che guardino alla rilevanza dei problemi, visti sempre alla luce e scelti in funzione di un uso umano degli esseri umani, senza tener conto di divisioni disciplinari.

Motivazioni del Premio

Lo sviluppo di nuovi problemi e idee nella metà del Secolo appena trascorso, ha portato a rimescolare - in molti settori - metodi tradizionali di indagine, spingendo in direzione di studi interdisciplinari che hanno portato alla nascita stessa di nuovi campi di studio. La Biofisica è un notevole esempio in tal senso, associata, non a caso, in Italia, negli anni ‘60 e ‘70 alla Cibernetica. L’organizzazione del lavoro di ricerca e l’impetuoso sviluppo di queste nuove conoscenze hanno poi, nel tempo, ristabilito una routine di lavoro in cui alcune delle novità metodologiche sono venute man mano riassorbendosi, pur rimanendo presenti molti degli aspetti innovativi alla base e alla nascita di queste nuove discipline.

La ricerca scientifica, in primo luogo quella di base, e l’innovazione tecnologica sono diventate sempre più necessarie per lo sviluppo economico e civile di un Paese, come illustrato nel famoso e importantissimo rapporto che Vannevar Bush preparò per il Presidente Franklin Delano Roosevelt e che poi consegnò al suo successore Truman.  Proprio il loro sottofinanziamento è alla base del declino del nostro Paese.

Negli stessi anni si è posto con più forza il tema della responsabilità della scienza nei confronti della società nonché di quella personale del singolo scienziato. Una riflessione che si è accompagnata a quelle riguardanti i rapporti tra scienza e democrazia.

In Norbert Wiener vi è l’insolita presenza contemporanea di tutti questi temi sia nella sua attività di scienziato sia nelle sue prese di posizione e battaglie sostenute come cittadino. Un esempio di questo suo impegno si può già evincere dal titolo di uno dei suoi libri, “The human use of human beings”, di cui ci si è impadroniti più sopra per focalizzare il tema del Premio.

In occasione del suo XXII Congresso Nazionale (Palermo 21-24/09/2014), la SIBPA ha organizzato una sessione nella quale sono stati ricordati alcuni di questi problemi, cercando di mostrarne la loro attualità. Un primo, rapido, approfondimento dei temi può trovarsi in Montagnini et al. 2016 (Biophys. Chem. 208: 84-91, http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0301462215001039)” e nella bibliografia ivi contenuta.

Tra gli scopi del premio vi è, dunque, anche quello di favorire queste riflessioni, sottolineando l’importanza dello spirito critico e dello sviluppo di atteggiamenti che potremmo chiamare “umanistici” nella e della scienza e che rappresentano valori nei quali credeva fermamente Marina Diana Mercurio alla cui memoria il premio è intitolato.

 

Modalità d’assegnazione

La SIBPA, con cadenza biennale e in occasione del suo Congresso Nazionale, assegnerà mediante selezione un premio di euro 1000 (mille) alla personalità scientifica la cui attività nel corso degli anni è stata ispirata dalle motivazioni caratterizzanti l’istituzione del premio ed è stata impostata secondo un indirizzo interdisciplinare.

Il Premio sarà assegnato in base al giudizio di una Commissione la quale - per l’edizione 2016 - verrà nominata dal Consiglio Direttivo della SIBPA e sarà composta da tre membri del Consiglio stesso e due personalità, del mondo della ricerca scientifica e accademica e della comunicazione e divulgazione scientifica, scelte per la loro competenza sul tema. In occasione della premiazione la/il vincitrice/vincitore è invitata/o a tenere una relazione orale.

 

Per l’edizione 2018 la Commissione è costituita da:

  • Prof. Settimo Termini, Presidente Associazione MDM - Palermo.
  • Prof. Cristiano Viappiani, Presidente SIBPA.
  • Dott. Carlo Musio, Past-president SIBPA.

 

Vincitori:

Edizione 2018

“Marina Diana Mercurio” Award is assigned to Francesco Lenci  for his extraordinary ability to mix, along several decades, frontier scientific results in biophysics and sensory photobiology, with a strong and creative commitment to the guidance of various scientific institutions and international organizations for disarmament and the sciences of peace.

 


 

Per l’edizione 2016 la Commissione è costituita da:

  • Dott. Pietro Greco, Fondazione IDIS-Città della Scienza, Napoli.
  • Prof. Silvia Morante, Past-President SIBPA.
  • Dott. Carlo Musio, Presidente in carica SIBPA.
  • Prof. Settimo Termini, Università degli Sudi di Palermo.
  • Dott. Massimo Vassalli, Tesoriere SIBPA.

 

Vincitori:

Edizione 2016

 

“Marina Diana Mercurio” Award is assigned to Enrico Di Cera (Department of Biochemistry and Molecular Biology, Alice A. Doisy Professor and Chairman, Saint Louis University School of Medicine, St. Louis, MO, USA) for his interdisciplinary epistemological attitude, starting from his formative years, which has led him to focus on new crucial problems and questions obtaining important scientific results as well as for his open attitude towards the historical roots and conceptual aspects of scientific disciplines.
 

 

 

“Marina Diana Mercurio” Award is assigned to Leone Montagnini (Ufficio Biblioscienze, Biblioteche di Roma, Roma) for his innovative work on Norbert Wiener clarifying the import of his contribution to XX Century science, beyond the technical results, indicating the roots of these same results in a cultural attitude characterized by both the search of new concepts and a constant respect of human beings.

 

 

 

 

   
© 2013. All Rights Reserved. Design by Ing. Francesco Impallari & CNR-IBF-PA - C.F. 92143220280